Site logo

Aperta l’inchiesta per la morte della 26enne Donia Salhi: parte la caccia ai pusher – Cronaca


TRENTO. La Procura di Trento ha aperto un’inchiesta sulla morte di Donia Salhi, la ventisettenne trovata senza vita venerdì mattina tra la vegetazione nei pressi dell’ex Casino di Bersaglio, sotto al cavalcaferrovia di S. Lorenzo. Gli elementi raccolti indicherebbero nell’overdose la causa del decesso di Donia, sulla quale nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia.Al momento si sta indagando a carico di ignoti per morte quale conseguenza di altro delitto doloso, una procedura tristemente di prassi nei casi di morti legate al consumo di stupefacenti. Ed è proprio l’individuazione degli spacciatori l’obiettivo degli inquirenti.La scomparsa della ragazza ha scosso non solo la comunità di Sover, ma anche la comunità dell’associazione famiglie di tossicodipendenti di Trento.Tutto sull’Adige in edicola



Originale su L’Adige

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento