Site logo

Omicidio a Varese, seconda operazione per la donna sfregiata – Attualità


(ANSA) – VARESE, 09 MAG – Tutti uniti al fianco di Lavinia: sabato prossimo ci sarà una manifestazione a Varese per dire basta alla violenza contro le donne. Alza la testa la società civile varesina e varesotta schierandosi al fianco di Lavinia Limido e di suo padre Fabio, sfregiata la prima, assassinato il secondo da Marco Manfrinati, 40 anni ex avvocato, lunedì scorso in via Menotti a Varese. A scatenare la furia omicida, il divieto di vedere il figlio di soli quattro anni al termine di una separazione difficilissima dalla ex moglie che stamattina è stata operata una seconda volta in seguito alle coltellate ricevute al volto e al collo. In piazza scenderanno non solo le rappresentanti della politica ma anche le attiviste di associazioni e di centri antiviolenza. “Di fronte all’ennesima tragedia consumata a danno di una donna, che si trova in gravi condizioni in ospedale, e di suo padre che è stato ucciso nel tentativo estremo di salvarla e proteggerla dalla violenza del suo ex marito, non possiamo tacere e vogliamo insieme esprimere il nostro cordoglio più sincero alla famiglia e la nostra partecipata solidarietà”, si legge nella nota diffusa oggi firmata da numerose associazioni ed esponenti politici. (ANSA).



Originale su L’Adige

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento