Site logo

Ritornano le domeniche gratis nei castelli e musei trentini: dal primo ottobre a fine marzo – Cultura e Spettacoli


TRENTO. Dal 1° ottobre, e fino a marzo, in Trentino torna l’iniziativa delle domeniche gratuite al museo, #domenicaalmuseo, promosse dal Ministero della cultura. Ogni prima domenica del mese si potrà entrare gratuitamente nei musei e nei castelli della provincia di Trento.

Le prossime domeniche saranno il 5 novembre, il 3 dicembre, il 7 gennaio, il 4 febbraio e il 3 marzo 2024. Per l’archeologia sono aperti lo Spazio archeologico sotterraneo del Sas, la Villa romana d’Orfeo, il Museo retico di Sanzeno, il Parco archeo natura e il Museo delle palafitte di Fiavé, che domenica propongono anche laboratori e visite guidate. Ingresso libero anche ai castelli della rete provinciale: Buonconsiglio, Beseno, Thun, Caldes e Stenico, come pure a Muse, Museo geologico delle Dolomiti di Predazzo, Museo delle palafitte del lago di Ledro e Giardino botanico alpino. Saranno aperti anche il Mart e la Casa Depero a Rovereto, la Galleria civica a Trento, il Museo etnografico trentino di San Michele all’Adige e il Museo dell’aeronautica Caproni.

IL PROGRAMMA

ARCHEOLOGIADomenica 1° ottobre lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas e la Villa romana di Orfeo a Trento saranno visitabili con orario 9-13 e 14-17.30, il Museo Retico a Sanzeno dalle ore 14 alle 18, mentre a Fiavé saranno aperti il Parco Archeo Natura dalle ore 10 alle 17 e il Museo delle Palafitte dalle ore 10 alle 18. In programma anche laboratori e visite guidate gratuite a cura dei Servizi Educativi dell’Ufficio beni archeologici. Il Museo Retico di Sanzeno propone alle ore 14.30 e alle 16 “I Reti e le antiche genti della Val di Non”, due visite guidate per esplorare in compagnia di un archeologo il suggestivo percorso che si snoda nel pozzo del tempo e conoscere aspetti inediti e curiosità sui Reti, la popolazione che abitava la valle in epoca preromana.A Fiavé, alle ore 14, al Parco Archeo Natura è in programma “Palafitticolo anch’io”, un laboratorio per famiglie per sperimentare le attività praticate nelle palafitte dell’età del Bronzo, mentre alle ore 16.30 al Museo delle Palafitte si terrà “Avete detto palafitte?”, una visita guidata partecipata sulle tracce degli antichi abitanti del villaggio sull’acqua di 3.500 anni fa. La partecipazione è gratuita previa prenotazione tel. 0465 734019 o sul sito cultura.trentino.it/Appuntamenti.Per scoprire la Tridentum romana si potrà partecipare, alle ore 15.30 allo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, a Trento, sotto piazza Cesare Battisti, alla visita guidata “Dal S.A.S.S. alla Villa romana di Orfeo”, un viaggio a ritroso nel tempo nella città di duemila anni fa. Il sito ospita inoltre tre mostre: “La memoria nel ghiaccio. Archeologia della Grande Guerra a Punta Linke”, “Coppia stereoscopica. Cent’anni (o quasi) di Trento nello sguardo di Sergio Perdomi e Luca Chistè” e “Ostriche e vino. In cucina con gli antichi romani”. METSDomenica 1° ottobre il METS – Museo etnografico trentino San Michele – come ogni prima domenica del mese – sarà aperto gratuitamente con orario continuato 10.00 -18.00. Oltre alle collezioni permanenti – circa 8.000 oggetti etnografici divisi per sezioni in 43 sale – propone la mostra “Gocce di Gaia – In-fluire in arte e poesia”, fotografia, pittura, scultura, poesia, installazioni per riflettere sul valore dell’acqua e sull’importanza della sua preservazione. Rassegna di opere di artisti locali a cura dei circoli ACLI di san Michele all’Adige, Mezzocorona e Mezzolombardo.

FONDAZIONE MUSEO STORICOIngresso gratuito il 1° ottobre anche al Museo dell’aeronautica Gianni Caproni, dove si possono visitare le mostre: “Il dominio dell’aria: genesi e realtà del bombardiere Ca.3″, un racconto che illumina le origini, gli sviluppi e l’evoluzione dei velivoli prodotti dall’ingegner Gianni Caproni tra Grande Guerra e primo dopoguerra, e “Cento anni dell’Aeronautica militare”, un percorso grafico che ripercorre il primo secolo di vita dell’Arma Azzurra, proiettando il visitatore verso il futuro.CASTELLIDomenica 1° ottobre sarà gratuito anche l’ingresso al Castello del Buonconsiglio, Castel Thun, Castel Stenico, Castel Beseno e Castel Caldes. Al Castello del Buonconsiglio si potrà visitare la mostra “I volti della sapienza. Dosso e Battista Dossi nella biblioteca di Bernardo Cles”, a Castel Caldes la mostra monografica dedicata  a Bartolomeo Bezzi, a Castel Stenico la mostra dedicata al Giappone. Al Castello del Buonconsiglio ad ore 15 domenica sarà proposta  l’attività per famiglie “Il Sapientino”, gioco familiare che mette alla prova in un percorso di sapienza: quiz, enigmi e prove varie.

MARTDomenica 1° ottobre sarà la prima delle 6 domeniche gratuite, preziosa occasione per tornare al Mart, soffermarsi sui capolavori della ricca collezione e visitare le mostre temporanee, tra cui la grande mostra dedicata all’amicizia tra Leonor Fini e Fabrizio Clerici. In corso anche le monografiche sui pittori Stefano Di Stasio, Aurelio Bulzatti e Mario Reviglione. Completano l’offerta i focus su Alcide Ticó e Gaetano Pesce. Ingresso gratuito anche alla Casa d’Arte Futurista Depero, il cui allestimento è stato recentemente rinnovato, e alla Galleria Civica di Trento dove è in corso la mostra “Domus contemporanea”.MUSEAlla #domenicalmuseo aderisce anche il MUSE – Museo delle Scienze con le sue sedi territoriali. Al MUSE sono visitabili due mostre: “Wild City. Storie di natura urbana”, dedicata al rapporto tra umanità e mondo selvatico in città (visita guidata alle 15) e “MUSE 100. Un secolo di museo”, uno sguardo lungo cent’anni sul senso profondo di essere museo. Apertura dalle 10 alle 19 con prenotazioni online sul sito del museo.Il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo propone la mostra “L’ombra dell’unicorno”, dedicata al fragile mondo dei rinoceronti (apertura dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19); il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro è aperto con orario continuato 10-17.Alle Viote del Monte Bondone il Giardino Botanico Alpino si anima con “Ige Age Europe”, una giornata di attività a tema preistorico con scavi simulati e laboratori dedicati all’era glaciale (ingresso gratuito dalle 10 alle 16, attività 3 euro).Palazzo delle Albere sarà invece chiuso al pubblico per lavori di manutenzione.



Originale su L’Adige

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento